100k e Colma

Son soddisfazioni

Annunci
Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Storie di gatti e gattari

Questa è Mammatupa, e con lei tutto ha inizio…

Anno 2017

Abito al piano terra di un condominio circondato per metà da un giardino. Il soggiorno del mio appartamento ha un finestrone che da sotto il balcone del primo piano, si crea come un portico e in questo luogo protetto trovano spazio i soliti articoli ameni per la gestione del giardino:armadi, bidoni ed attrezzi vari.

Succede che le pareti ai lati si siano sporcate con macchie indefinite di cui non si capisce l’origine. Ma un bel giorno scopriamo che l’autore di questi macchie è un gatto che fa la Pis pis. Ecco chi insozza il nostro Portico. quindi decidiamo di spaventarlo e cacciarlo via da casa nostra. Questa azione ci libererà per un lungo periodo dalle pisciate di questo gatto.

Fine Oottobre 2018

tornando a casa da lavoro la sera scorgo sul mucchio dei rifiuti due gatti di piccola taglia che rovistano nella spazzatura sono due gattini randagi che vanno a cercare da mangiare lo dico a Dani che provvede a lasciare fuori sotto il nostro Portico una scatola di cartone con dentro un cuscino. Dal mucchio di rifiuti occorre passare un cancello, una siepe e percorrere il giardino ed infine entrare nella scatola a pochi metri dalla finestra. Non ci si spera. Ma intanto si crea un riparo di fortuna.

Inizio Novembre 2018

Una mattina apro le persiane della sala per far entrare la luce e scattano come dei missili due ombre fuori dalla scatola lasciata sere prima da Dani. sembra che la scatola sia abitata da due creature feline e scopriamo a breve che le due creature sono i due gattini che rovistano nella spazzatura. non solo loro vengono a farci visita la notte ma anche la gatta pisciona dell’anno prima. quindi capiamo che loro sono i suoi figlioli è che lei madre coscienziosa li ha portati sotto il nostro Portico per ripararsi dal freddo. Da questo momenti in poi troveranno cibo e acqua e potranno passare l’inverno al riparo.

Gennaio 2019

Mamma e gattini sono una compagnia usuale ormai e cominciano ad essere battezzati come Pallino il maschietto e Briciola La piccolina. la mamma dei gatti viene battezzata Mammatupa.

Dopi settimane e serate di avvicinamento la sera i due piccolini entrano in casa e giocano con giochetti per gatti vari e cominciano ad essere ospiti delle bostre serate.

Febbraio 2019

Altri gatti si affacciano all’orizzonte del cortile a brevi sprazzi e ad un certo punto Mammatupa sembra acquistare volume si pensa che sia il cibo ma in realtà giorno dopo giorno diventa sempre più grossa sempre più grossa sempre più grossa è chiaro che sia incinta e che sia pronto a sfornare un carico di piccoli gattupi.

19 Marzo 2019

La mattina del 19 marzo aprendo la finestra della sala scopro che ci sono nuovi ospiti nella scatola dove abitualmente dormono Mammatupa Briciola e Pallino. Infatti insieme a Mammatupa ci sono tre piccoli fagioli che tittani senza un domani. Non possiamo crederci. Sembra un sogno.

23 Marzo

Purtroppo uno dei fagioli non ce la fa e interrompe la sua corsa. Giornata mesta. Non c’è lo aspettavamo.

Domenica 31 Marzo

Mentre io me ne vado beato in bicicletta a Bellagio la povera Dani è costretta a mettere un una pezza ai comportamenti irresponsabili di Mammatupa che lascia i gattini soli per più di 4 ore. Quando sono così piccoli occorre nutrirli e fargli fare puspis e puspus ogni 3 ore.

La prova Dani quindi si prende in carico di andare in farmacia e comprare tutto il necessario per allattarli e preparate biberon e visti diversi video tutorial su YouTube si prende cura delle due bestiole. Alimentando con successo, ma non nell’opera di fargli fare pipì e pupù. grazie a Dio la vacca di mammatupa ritorna nel primo pomeriggio, Dani le fa annusare i due fagioli e la schifosa riprende ad accudirli.

Da adesso hanno un nome, Panda ed Alfa. Pallino e Briciola li vedono crescere ma ne hanno paura. Briciola viene pochissime volte. Pallino soffia e scappa.

Da adesso in poi momenti così tragici con questi due fagiolini non ce ne saranno più. Li accudisce, pulisce, allatta e li fa svezzare, cominciano a mangiare da solo dopo 4 settimane. E alla quinta la Mammatupa comincia ad allontanarlo. Basta latte. Basta coccole. Li tiene lontano da sé. Vuole che siano indipendenti.

Aprile 2019

Panda e Alfa crescono felici. E noi con loro.

Briciola un bel giorno comincia a tondeggiare, sembra incinta. Si fa vedere poco, anche Pallino non si vede spesso, anzi, raramente.

Anche Mammatupa ingrassa. Maledizione è incinta di nuovo anche lei. In tempi record. La zoccola .

21 maggio

Dopo giorni di assenza riappare briciola senza la pancia. tranquilla come mai si aggira nel giardino. CI guardiamo io e Dani e pensiamo che la piccoletta abbia lasciato i gattini. Chissà dove è che siano belli che morti. Come potrebbe se no starsene in giro così TRANQUILLA? Quello che conta è che sia bene.

Sabato 25 maggio

La mattina facciamo le nostre commissioni. Mammatupa gira tranquilla in giardino con la pancia bella piena e andiamo a mangiare a como. Incontriamo una amica che non vediamo da un anno. Miracolo. Usciamo il sabato a pranzo in giro!

Quando siamo a tavola riceviamo la chiamata della vicina di casa del secondo piano del palazzo a fianco il nostro che racconta una vicenda assurda per la quale si ritrova con tre gattini di cui uno morto lasciate a lei dalla vicina del piano terra.

La vicina del piano terra ha trovato i tre gattini in una cesta dei giocattoli del figio lasciata in un angolo del giardino. Non li vuole in giro, è incinta ed ha paura della toxoplasmosi. Succede un casino, insulti e grida. Una situazione brutta.

Maledizione diciamo, Mammatup ha partorito mentre eravamo via ed invece di farli sotto casa nostra è stata così scema da farli nel giardino del vicino ci diciamo.

Alla sera prendiamo in carico i gattini dalla vicina. Dalle 8 di sera fino alle 10 del mattino sucessivo non facciamo altro che curarli e nutrirli. Mangiano, fanno pis pis ma non pus pus. Dormono in una scatola ai piedi del nostro letto.

Siamo preoccupatissimi e stanchi.

Domenica 26 maggio

Notte in bianco a curare i gattini.

La mattina vediamo Mammatupa, proviamo ad avvicinarle i gattini pensando siano i suoi, ma non si avvicina e non li guarda, se ne va via, forse non sono i suoi.

La mattina anche Briciola si presenta alla nostra finestra. Gira dal portico ed entra pure in casa, cosa che non faceva da mesi.

Sospettiamo ch i gatti siano suoi. Dani esce fuori dal palazzo con la scatola ed i gattini. Briciola ne sente l’odore e si avvicina, poi scappa e poi si riavvicina. Un casino. Dopo tre tentativi andati a vuoto riusciamo a catturarla a metterla nella scatola con i due gattini e chiuderla in camera nostra. Sono stati 30 minuti di ansia fortissima.

Mercoledì 28 Maggio

Prepariamo una scatolona fuori di casa per ospitare Mammatupa nel caso partorisse, invece si troviamo sempre Pallino a riposare. Purtroppo questa sera è l’ultima volta che vediamo Pallino.

31 Maggio.

Da giorni Briciola allatata e pulisce i gattini, resta in camera nostra chiusa e protetta.

Mammatupa gira per il giardino e non si vede spesso. La sera prima di chiudere le finestre la vedo nella sua scatola.

1 giugno

Incredibile risveglio. Nella scatoletta dove dormiva Mammatupa in realtà adesso ci sono se i fagioli e la cosa ci lascia senza parole. Il pomeriggio si va a fare una gita bellissima e una sera si incontrano amici cari. Buonanotte e si va a dormire sereni e felice. Non cisono dubbi, una giornata incredibile.

Domenica 2 Giugno.

Dopo il giro in bicicletta della mattina si torna a casa e quello che si vede non è il massimo della vita. Nella scatola C’è solo un gattino. Sono le 13 e si cominciano a guardare i video della webcam per capire cosa sia successo. Si scopre che alle 10:45 Mammatupa ha spostato i gattini altrove.

Nel pomeriggio lo spostamento si completa, la scatola ora è vuota.

Scopriamo che i gattini sono stati spostati nella fabbrica a fianco al nostro palazzo. Andare a dormire questa sera pesante è triste.

3 giugno

Sveglia alle 8:30 per la gestione di tutte le creature che si trovano nei pressi della casa. Quando apro le finestre e guardo fuori scopro con mia grandissima sorpresa che ci sono tre fagioli nella scatola di Mammatupa.

In poche parole Mammatupa aveva portato i gattini via una notte e la mattina successiva Li ha riadagiati nel posto precedente. Dopo un poco si presenta anche Mammatupa e resta nella scatola fino alle 11.

Quindi assumendo che lei abbia lasciato i gattini nell’altro posto 2 ore e mezza prima i gattini suddetti sono a rischio di ipotermia e di disidratazione e fame.

A questo punto si prende la macchina e si va dai vicini di casa in un altro quartiere andare da una fabbrica a suonare al campanello e chiedere al proprietario se per caso ci sono dei gattini.

La signora gentile Chiama il nipote che va e torna con due gattini in mano non gli diciamo che gattini sono in realtà 3, torna indietro e si rifà vivo dopo poco con il terzo gattino che dice essere stato silenzioso a sto punto riportiamo i gattini a casa tutti felici perché mamma tuo papà li dovrebbe accettarle gioiosa.

La cosa non è così infatti Mappatupa non accetta di buon grado La presenza dei gattini nella scatolina che gli porgiamo di fronte la sua scatola e non li Considera affatto. Un gattino mi viene avvicinato Ma lei non lo considera neanche e bisogna aspettare almeno un quarto d’ora perchè il poveretto e si avvicini alla zampa di Mappatupa ma non alle poppette.

A questo punto si scalda il latte e si procede allattamento delle Creature nel frattempo mentre si aspettava che la mamma accettasse gattino su una Boule dell’acqua calda venivano appoggiati i due gattini in attesa di allattamento.

Dopo averli nutriti e pisciati in gattini vengono passati nella scatola con gli altri 4 in un botto solo approfittando della sua assenza. Mappatupa al ritorno vedere i suoi gattinientra e comincia a far levitare in batteria. Sono le 2 del pomeriggio e sembra che tutto sìa a posto e che finalmente le cose si siano calmate. Si comincia quindi a lavorare in casa a fare il cambio di stagione.

Alle 4 guardo fuori dalla finestra e vedo che Mappatupa va all’ombra perché fuori fa un caldo bestia. Passano un quarto d’ora e vedo Mappatupa uscire dalla sua scatola con un gattino. Lo sto portando sotto i pini. Immagino io per andare a riportarlo nel fabbricato a fianco dove le aveva fatte riposare la notte. A questo punto Dani la segue e Mappatupa si ferma sotto i pini immobile ad allattare il gattino.

Andiamo a visionare la situazione degli altri cinque gattini lasciati nella scatola e li troviamo in condizioni pietose. Uno lo prendo e lo allatto. Non riesci neanche a miagolare. Mi piscia in mano disperato ma non riesce neanche quasi a muoversi e fa una fatica incredibile a deglutire.

A questo punto non ci riesce più a capire cosa fare se si prende l’intera scatola dei gattini e la si porta sotto i pini. Da adesso in poi Mappatupa deve gestire il gattino che ha con sé sotto i pini e deve anche gestire gli altri 5.

Dopo 2 ore le cose non cambiano: 5 gatti in scatola e lei ch ne allatta solo uno.. Le cose vanno avanti fino alle 22:30 quando si va a dormire e poco prima di chiudere le finestre di fronte alla sala. Dani fa una incursione per vedere come vanno le cose e torna indietro i gatti sono tutti vivi, frse Mappatupa li allatta ma li lascia nella scatola.

È stata una giornata allucinante partita con una mezza speranza e poi diventata una speranza intera perché si è tramutata in una schifezza di tragedia. Non pensavamo che il caldo fosse così tremendo e le stesse causando la morte dei gattini.

4 Giugno

In 6 nella scatola, sotto i pini, con Mammatupa che li allatta, sembra che all’ombra stiano meglio.

5 giugno

Alla sera torno a casa e Dani è molto Mesta. la notizia è che la scatola è vuota e dentro all scatola c’era un gattino morto oOrmai in decomposizione. Mappatupa li ha spostati di nuovo. Intanto è passata a mangiare due volte e gira per il giardino e se ne va Chissà dove per accudire gli ultimi superstiti.

10 Giugno

MAmmatupa si presena una volta al giorno per mangiare come un maiale.

Panda eAlfa girano nel giardino e passano sotto la rete per visitare le zone di confine.

Briciola dopo 14 giorni di diarrea sembra essersi rimessa, i suoi due fagotti che chiamiamo Puà e Tigro stanno crescendo.

PAllino non è tornato. Ci manca. Tanto.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Pian di Spagna

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

101Km a Pasqua

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Festa del papà

Oggi è stato un giorno unico.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Riella

Uns sudata spaventosa a causa della sbagliata scelta degli indumenti ma alla fine l’ho fatta

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

A Montevecchia

Un bel giro con Roberto

davvero impegnativo

ma ho tenuto botta

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Domenica in bici

Su da Nesso…

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

A Montevecchia.

Un gran bel giro

https://drive.google.com/file/d/1b-T_atI1MojsJpJ3IaWtwi0Qa0LE9iL9/view?usp=drivesdk

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Di nuovo in sella

Finalmente in bcd.

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento